Premio Linutile del Teatro 2013 – Adulti

Il cibo2013Teatro de Linutile, via Agordat 5
Dal 10 al 30 novembre 2013, ore 21.00

Si è aperta il 10 novembre la quinta edizione del Premio “LiNUTILE del Teatro”. Otto le compagnie selezionate per questa nuova edizione del Premio, dedicata al CIBO e articolata in due momenti distinti, uno dedicato agli adulti (10 – 30 novembre 2013) e uno ai bambini (15 marzo – 5 aprile 2014). In scena quest’anno testi focalizzati sul tema del cibo: socializzazione attraverso il cibo, problemi sociali legati ad una scorretta alimentazione, scarso utilizzo delle risorse naturali, denuncia della globalizzazione e della mancanza di biodiversità, ecc…).La manifestazione, che in questi anni ha visto alternarsi sul palco de LiNUTILE compagnie provenienti da tutta Italia, si propone di diventare negli anni occasione di confronto e visibilità per quelle realtà teatrali professionali che non rientrano nei circuiti ufficiali dei teatri stabili e più affermati, pur presentando un livello di qualità elevato e pur portando in scena un teatro fruibile anche da un pubblico non necessariamente di esperti. 
Nelle 4 serate di spettacolo, ospitate presso il Teatro de LiNUTILE in Via Agordat 5 a Padova, una giuria tecnica affiancherà il pubblico nella scelta dello spettacolo vincitore. Oltre al consueto Premio “Elefante di gomma” realizzato dalla designer padovana Ummagumma (Fausta Zambelli), la compagnia vincitrice riceverà un premio in denaro di euro 1.500,00. La cerimonia di Premiazione dello spettacolo vincitore si svolgerà quest’anno nel mese di aprile, a conclusione della rassegna dedicata ai bambini.

Programma

foto 1Domenica 10 novembre ore 21.00
LA SPREMUTA – ROSARNO, MIGRANTI,’NDRANGHETA

Compagnia Beppe Casales
Con: Beppe Casales Regia: Beppe Casales
Scritto e diretto da Beppe Casales, La spremuta è puro teatro civile, raccontato con la forza e la documentata, inattaccabile precisione nell’allineare fatti, antefatti, nomi e date che lo caratterizzano. La spremuta racconta di un’Italia spremuta da mani violente, da molte mani: dalla penetrazione delle mafie in tutti gli aspetti della società civile, compreso il settore alimentare, all’infernale viaggio di giovani africani verso la “fortezza Europa”.

gnam-ullalla-teatro-animazione-1Sabato 16 novembre, ore 21.00
GNAM! 
ULLALLA’ TeatroAnimazione 

Con: Giada Meggiolaro, Pippo Gentile Regia: Chiara Bortoli
Una riflessione intorno al tema del cibo e del suo multiforme rapporto con le emozioni, i bisogni, i desideri, i sogni. Non una storia, ma dieci storie diverse tra loro, per contenuto e linguaggio: uno spettacolo ricco di sorprese per raccontare il mondo del cibo attraverso la recitazione, la danza, la musica, il racconto e il ricordo.

io-sono-la-luna-genovese-beltramo-2Sabato 23 novembre ore 21.00
IO SONO LA LUNA, PERCORSI SULL’OBESITA’ 

Compagnia GenoveseBeltramo 
Con: Savino Genovese, Viren Beltramo Regia: Savino Genovese 
Io sono la luna è una storia d’amore nata fra i banchi di scuola.
Io sono la luna è uno spettacolo che non offre soluzioni, informa. Attraverso una messa in scena ironica e pungente lo spettatore di tutte le età vivrà e rifletterà, insieme ai protagonisti, sul problema dell’obesità. Aspetti autobiografici scritti da chi sa cosa significa essere stato un ragazzo obeso si mescolano a testimonianze, studi, dati, rilevazioni per raccontare la storia di un uomo e una donna che vivono il proprio percorso sull’obesità in maniera speculare.

3q-liberi-esperimenti-politici-proprieta-commutativa-2Sabato 30 novembre ore 21.00
3Q – LIBERI ESPERIMENTI POLITICI

Compagnia Proprietà Commutativa 
Con: Alessandro Federico, Valentina Virando Regia: Alessandro Federico
Un ronzio di api. Due Signori che aspettano un ospite a cena. Una cucina. Tre cuochi folli e stravaganti che usano la cucina per trovare la ricetta giusta del vivere bene. Un cilindro appeso che non parla. Un Cowboy narratore estemporaneo, che porta lo spettatore dentro questa storia dove cibo e politica sono intrinsecamente legati, dove il potere dei piani alti arriva giù fino nelle cucine e finisce per determinare la vita dei nostri 3 chef: i 3Q.

Fondato a Padova nel 2006 da Marta Bettuolo e Stefano Eros Macchi, il Teatro de LiNUTILE nasce come spazio che offre teatro professionale, di qualità, con spettacoli brevi e a prezzi accessibili, oltre che luogo accogliente e informale dove ognuno può avvicinarsi al teatro nel modo che preferisce. 
Grazie ai diversi progetti e le attività in cartellone, il Teatro de LiNUTILE intende diventare negli anni un centro di produzione di cultura teatrale di livello nazionale. Sul territorio mira a favorire la crescita culturale e sociale della comunità locale incoraggiando la partecipazione alle arti dello spettacolo di diverse categorie di pubblico attraverso le diverse attività che propone. Favorendo la produzione e la promozione della drammaturgia contemporanea, LiNUTILE crea inoltre opportunità di lavoro e di visibilità per le compagnie teatrali locali e nazionali. 
Frutto di una “riconversione creativa” in linea con le più recenti tendenze europee ed internazionali, il teatro mantiene ancora visibili i tratti dell’edificio industriale da cui è stato ricavato, una piccola fabbrica di semafori: al pubblico si presenta come un’informale scatola nera con pavimento in cemento, a livello strada, a cui si accede attraversando un invitante foyer dove vengono ospitate opere di artisti visivi contemporanei. Una scalinata in legno da ottanta posti e pochi ma essenziali apparati completano lo spazio scenico, facendo sentire lo spettatore sempre un po’ parte dello spettacolo.

Informazioni e biglietti
Biglietto unico: 11 euro
Biglietto ridotto per possessori “Studiare a Padova Card”: 9 euro

Per prenotazioni spettacoli per adulti e per bambini info@teatrodelinutile.com

Teatro de LiNUTILE
via Agordat, 5 – Padova
telefono 049 2022907 – cellulare 331 9980149
email direzione@teatrodelinutile.com – info@teatrodelinutile.com
sito www.teatrodelinutile.com 

I commenti sono chiusi.