Attilio Taverna. Forma, luce, quanti

manifesto defPadova, Galleria Cavour
25 gennaio – 9 marzo 2014

Pieghevole invito

NEWS: L’artista sarà presente in galleria il giovedì e il sabato per spiegare le opere e parlarvi della mostra!

La mostra propone quaranta opere di grandi dimensioni e venticinque disegni rappresentativi dell’innovativa ricerca teoretica e pittorica che il maestro bassanese (1945) ha sviluppato, in questi ultimi trent’anni, sulla nozione di forma; in particolare, sulla natura formale della luce e la sua possibile rappresentazione.

Mostra inserita all’Interno del Format UNIVERSI DIVERSI dell’Assessorato alla Cultura
Direzione della mostra: Mirella Cisotto Nalon
Cura della mostra: Gian Paolo Prandstraller e Maria Luisa Biancotto.

Attraverso una ricostruzione della forma basata sui percorsi vettoriali della luce nello spazio-tempo, Attilio Taverna approda alla visualizzazione di fenomeni fisici essenziali, come quelli indagati dalla meccanica quantistica e dalla teoria del caos. Il risultato sono opere di straordinario impatto visivo che insistono di volta in volta sulla rottura di simmetria, sulle germinazioni in termini coloristici e luministici delle figure geometriche semplici, sulla trasparenza percettiva; e ancora sulla complessità e sul caos, inteso come creazione infinitamente mutevole di forme, sulla visualizzazione di algoritmi, sulla luminosità aperiodica… Il tutto sempre concepito come esplorazione della luce nell’ambito dell’universo non visibile. L’esperienza di Taverna, incorporata in opere di notevole impegno formale, sostenute da una profonda conoscenza della fisica contemporanea, dell’astronomia, dell’estetica, della filosofia e della pittura, non solo propone un originale orizzonte di indagine, ma costituisce anche importante stimolo all’ elaborazione di inedite categorie estetiche, in un momento in cui l’arte contemporanea è alla ricerca di nuove direzioni.

Inaugurazione: venerdì 24 gennaio 2014 ore 17.30 con intervento di:
Andrea Colasio, Assessore alla Cultura
Giovanni Boniolo, Professore di Filosofia della Scienza e Medical Humanities al dipartimento della salute, Università di Milano e I.E.O.
Maddalena Mazzocut-Mis, Docente di Estetica, Università Statale di Milano
Gian Paolo Prandstraller, Professore di Sociologia, Università di Bologna

Mostra promossa dal Comune di Padova, Assessorato alla Cultura, Settore Attività Culturali
Direzione della mostra: Mirella Cisotto Nalon
Cura della mostra: Maria Luisa Biancotto – Gian Paolo Prandstraller

Evento collaterale:

Venerdì 14 febbraio alle ore 17.30, nella Civica Galleria Cavour, in concomitanza con l’esposizione, si terrà la conversazione:

Arte e scienza. Il pensiero estetico e scientifico nella pittura di Attilio Taverna: un nuovo fronte di ricerca per l’arte contemporanea

Intervengono: Umberto Curi, Marta Dalla Vecchia, Osvaldo Da Pos, Ernesto Francalanci, Gian Paolo Prandstraller, Antonio Saggion e l’artista. La cittadinanza è invitata. Ingresso libero.

La cittadinanza è invitata. Ingresso libero.

Comunicato Stampa

Informazioni:
Ingresso libero.
Orario: da martedì a domenica 10.00 -13.00 / 15.00 – 19.00
Chiuso il lunedì.
Comune di Padova – Assessorato alla Cultura – Settore Attività Culturali
Tel. 049 8204547 – bertolinl@comune.padova.it
http://padovacultura.padovanet.it
www.beepworld.it/members/attiliotaverna

 

 

I commenti sono chiusi.