Convegno Int.le “Far from home”. Donne italiane e diaspora globale nel XX secolo

Lontane da casaDissgea, Università degli Studi di Padova, via del Vescovado 30
12 e 13 Dicembre 2013

Pieghevole e programma

Il Dipartimento di Scienze Storiche, Geografiche e dell’Antichità ospita il convegno intitolato “Far from home. Italian women and global diaspora in the 20th century”/”Lontane da casa. Donne italiane e diaspora globale nel XX secolo” – che si svolge sotto l’egida del Centro Interuniversitario di Storia Culturale e della Società Italiana e risponde al forte impulso dato in tempi relativamente recenti a livello internazionale allo studio dei flussi migratori femminili.Le ricerche sull’emigrazione femminile italiana hanno avuto un discreto sviluppo negli ultimi due-tre decenni, e costituiscono un campo di indagine in espansione che si inserisce nella più ampia cornice degli studi storici di genere. Gli esperti del settore hanno gettato luce su diversi aspetti dell’esperienza migratoria delle donne del nostro paese,
dalle attività svolte da operaie e contadine in terra straniera al ruolo delle imprenditrici italiane all’estero, dalla partecipazione delle emigrate a proteste sindacali e movimenti politici radicali nei paesi d’adozione all’emigrazione di donne italiane appartenenti a particolari ordini religiosi.

Tuttavia, la significativa presenza delle donne nei flussi migratori originatisi dall’Italia è lungi dall’aver ricevuto l’attenzione che merita. Le ricerche compiute aiutano a tracciare una prima mappa della storia dell’emigrazione femminile italiana. Nello stesso tempo, però, rivelano che numerose esperienze delle donne italiane trasferitesi in modo temporaneo o permanente in terra straniera non sono ancora state indagate, o non sono ancora state studiate a sufficienza. Il fatto che non esistano a tutt’oggi importanti lavori d’insieme sul tema è un evidente sintomo dell’inadeguato sviluppo della ricerca in questo campo.

Il convegno intende fornire un contributo innovativo allo sviluppo degli studi storici su questo argomento, tenendo in debito conto la dimensione globale dell’emigrazione femminile italiana. Partendo da conoscenze consolidate, intende aprire nuovi campi di indagine e stimolare ricerche future, avendo come obiettivo principale quello di identificare elementi comuni ed esperienze peculiari dell’esistenza delle emigrate italiane.
Se anche la donna è mobileL’approccio si configura come storicamente diacronico, con attenzione alle esperienze migratorie delle donne italiane lungo tutto lo svolgersi del ventesimo secolo, e globale da un punto di vista geografico. Il convegno, infatti, è strutturato in sezioni dedicate a diverse aree geografiche, in modo da approfondire la conoscenza dell’emigrazione femminile italiana in altri paesi europei, in America Latina, Canada e Stati Uniti, prestando attenzione anche ai flussi migratori, ancora poco conosciuti, diretti verso i paesi del Nord Africa.

Seguirà, presso la Sala dei Giganti, alle ore 19.00 del 13 dicembre, la lezione/concerto di Emilio Franzina (Università di Verona) e Hotel Rif, dal titolo “Se anche la donna è mobile. Suoni e canti dell’emigrazione femminile dall’Ottocento a oggi”.

Informazioni
CENTRO STORIA CULTURALE
centro.storiaculturale@unipd.it

http://centrostoriaculturale.org/lontane-da-casa

I commenti sono chiusi.