SHOCK

Mostra personale di Renato Pengo

shock

14 settembre – 31 ottobre
Musei Civici agli Eremitani – piazza Eremitani, 8

I Musei Civici agli Eremitani presentano la mostra monografica Shock di Renato Pengo, a cura di Barbara Codogno. La mostra comprende una settantina di opere dell’artista padovano, appartenenti al ciclo pittorico Shock degli anni Novanta installate accanto a una scelta di dipinti della Pinacoteca Civica. Le tele di Pengo si alternano a elementi video realizzati dall’artista per questa personale: l’effetto neve del tubo catodico è proiettato in loop sulle pareti delle sale del Museo e il pubblico, che lo attraversa, si mescola a questo shock primordiale. Alle Ritratto-di-giovinetto-e-Shockpareti si stagliano i dipinti della tradizione classica, tra i quali si segnalano opere quattro-cinquecentesche sulla scia di Mantegna e Bellini, un bellissimo Garofalo, tele secentesche, risalenti a Padovanino, Guercino o Strozzi, accanto a dipinti nordici come quelli di Jan Miel, fino ad altri dei secoli XVIII e XIX.

Pengo irrompe sulla scena e si presenta negli spazi per esposizioni temporanee della sede agli Eremitani. Il precursore dello “shock tecnologico”, la cui foriera intuizione è contenuta nel Manifesto firmato da Pierre Restany nel 1996, con questa mostra porta allo Pengo, Discarica, 1998, mixed mediascoperto la sua poetica confrontandosi con il tempio dell’arte, il museo, per far ripartire un inedito dialogo tra storicizzazione artistica e arte contemporanea realizzati dall’artista per questa personale: l’effetto neve del tubo catodico è proiettato in loop sulle pareti delle sale del Museo e il pubblico, che lo attraversa, si mescola a questo shock primordiale. Alle pareti si stagliano i dipinti della tradizione classica, tra i quali si segnalano opere quattro-cinquecentesche sulla scia di Mantegna e Bellini, un bellissimo Garofalo, tele secentesche, risalenti a Padovanino, Guercino o Strozzi, accanto a dipinti nordici come quelli di Jan Miel, fino ad altri dei secoli XVIII e XIX. Pengo irrompe sulla scena e si presenta negli spazi per esposizioni temporanee della sede agli Eremitani.

Mostra a cura di Barbara Codogno

Video condiviso con Barbara Codogno

Ufficio stampa: MR Comunicazione di Melania Ruggini; 349 2595271; melaniaruggini@gmail.com

Info
martedì – domenica, 9.00 – 19.00
chiuso i lunedì non festivi

Intero € 10; ridotto € 8, ridotto speciale € 6 convenzionati; ridotto scuole € 5. Gratuito per bambini fino a 5 anni, possessori di biglietto intero Cappella degli Scrovegni, Padovacard, Cartafamiglia, Musei Tutto l’Anno

Biglietto mostra comprensivo della visita dei Musei Civici agli Eremitani e Palazzo Zuckermann

Prenotazioni
Musei Civici agli Eremitani Tel. 049 8204551
Cappella degli Scrovegni Tel 049 2010020; www.cappelladegliscrovegni.it; musei@comune.padova.it; http://padovacultura.padovanet.it

I commenti sono chiusi.