MATER IN FUOCO

Le arti della ceramicaLa Tata_L.Nocentini

14 ottobre – 11 novembreex Macello – via Cornaro 1/b

Con la terza edizione di Le arti della Ceramica, curata da Mara Ruzza in collaborazione con Associazione Artemisia, si rinnova nella suggestiva sede dell’ex Macello di Padova l’appuntamento con l’arte ceramica d’autore. Mater, in fuoco si incentra sui temi della Mater-terra e del Fuoco spirito, ispirazione, creatività: elementi primi messi alla prova, indagati ed espressi in nuovi percorsi di sperimentazione dentro i linguaggi del contemporaneo.

La proposta si rifà perciò al senso più materico e intrinseco dell’arte della Terra e del Fuoco, ai temi e simboli del femminile, con attenzione all’archetipo oltre che all’attualità. F.Pancino-coronePerché Mater rimanda a “matrice” e a “materia”, quelle di cui siamo fatti (e di cui parlano i miti dell’origine) e Fuoco all’elemento trasformatore che rende possibile la realizzazione dell’opera.

A testimoniare, ancora una volta, la capacità della ceramica di sviluppare implicazioni tecniche, formali e concettuali sempre nuove, una collettiva di artisti che partendo dal territorio trova sinergie in regioni diverse: Roberto Aiudi, Silvia Celeste Calcagno, Carla Collesei, Caterina Lai, Mirna Manni, Rita Miranda, Simone Negri, Lisa Nocentini, Fiorenza Pancino, Jasmine Pignatelli, Bianca Piva, Mara Ruzza, Gabriella Sacchi, Emanuela Sturaro, Luisa Contarello con un omaggio a Toni Liverani.

mater

Invitati: studenti Liceo Artistico “P. Selvatico” di Padova.

In occasione dell’inaugurazione il 13 ottobre alle ore 18 si terrà la performance Mater di Mara Ruzza, che riprende, in chiave simbolica, attraverso parola poetica, suono, azione mimica, danza, il farsi dell’opera dalla gestazione alla realizzazione e che tende a coinvolgere nel processo esecutivo l’azione partecipata del pubblico presente.

La mostra collettiva “Mater in Fuoco” sta a testimoniare, ancora una volta, la capacità che la ceramica ha di sviluppare implicazioni tecniche, formali e concettuali, una collettiva di Mater in Fuoco-Artisti vari1artisti che partendo dal territorio trova sinergie in regioni diverse.

ARTISTI IN ESPOSIZIONE
Roberto Aiudi; Silvia Celeste Calcagno; Carla Collesei; Caterina Lai; Mirna Manni; Rita Miranda; Simone Negri; Lisa Nocentini; Fiorenza Pancino; Jasmine Pignatelli; Bianca Piva; Mara Ruzza; Gabriella Sacchi; Emanuela Sturaro
Omaggio a Toni Liverani di Luisa Contarello Studenti L. A. Pietro Selvatico Padova

Mostra e catalogo a cura di Mara Ruzza.

Scarica il Comunicato stampa

EVENTI
Sabato 13 ottobre ore 18
Performance MATER-GENESI
Progetto e Direzione artistica di Mara Ruzza Mater in Fuoco-Artisti vari2
Testi poetici di Carla Collesei
Con Valentina De Lello, danzatrice e performer 
Emiliano De Lello, attore
L’esposizione si apre con una suggestiva performance che riprende, in chiave simbolica, attraverso parola poetica, suono, azione mimica, danza, il farsi dell’opera dalla gestazione alla realizzazione e che tende a coinvolgere nel processo esecutivo l’azione partecipata del pubblico presente. 
All’interno dell’esposizione sarà allestita documentazione multimediale a cui partecipano le fotografe del gruppo Fatue, Associazione culturale del Centro Donna di Mestre. Le Fatue hanno approfondito negli anni la ricerca fotografica partendo da sé, privilegiando l’aspetto MaraRuzza_cop_materinfuocoespressivo rispetto a quello tecnico, il simbolico rispetto al descrittivo, l’immaginario e il metaforico rispetto al razionale, rappresentando il mondo femminile attraverso un’’identità che trascende gli stereotipi e i ruoli precostituiti.

LABORATORI T-ART
Domenica 14 ottobre dalle ore 16 alle ore 18
Costruiamo una ciotola 
Laboratorio di manipolazione dell’argilla con Mara Ruzza 
Le domeniche successive decorazione e rifinitura del manufatto, per gruppi minimo 8 persone con prenotazione presso la sede espositiva.

Sabato 20 ottobre ore 17.00
“I veneti antichi e le custodi del fuoco”
Prof. Antonio Cornacchione
Conferenza

Terra, acqua e fuoco si confrontano nel tempo remoto con una continua trasformazione degli elementi stessi, la guida della mano dell’uomo si riscontra solo nei contesti Mara Ruzzaantropizzati dove più elementi ritrovati riconducono ad un azione voluta e a un obiettivo perseguito. 

La conferenza propone uno sguardo storico e antropologico sui reperti nella nostra provincia. Al Museo Nazionale Atestino una istallazione fatta nel 2007 sul pavimento originale in terra battuta di una casa dell’età del ferro, restituisce al visitatore una ricostruzione tangibile del focolare domestico e si propone come immagine emblematica di tutte le ricostruzioni storiche possibili sulla vita dei veneti antichi.

Venerdì 9 novembre ore 17
Sala Anziani Palazzo Moroni 
“Mater, in fuoco: l’arte delle donne tra espressione estetica e comunicazione “ 
Conferenza dibattito
Con il contributo della Commissione Pari Opportunità 
Cosa significa fare ceramica, pensare la ‘terra’, manipolarla in senso reale e metaforico se le mani e il pensiero con cui si intrecciano appartengono a un universo femminile, uno e multiplo, fra estetica e comunicazione, nei tempi e nelle geografie prossime venture? Artiste, storiche dell’arte, curatrici, direttori di museo, giornaliste e viaggiatrici del contemporaneo si incontrano per affrontare una discussione sul ruolo dell’artista donna nel contesto della creatività contemporanea, e nello specifico della ceramica, e Silvia Celeste Calcagnosull’importanza della comunicazione per lo scambio dialettico e l’evoluzione dei linguaggi. 
Saluti di:
Anna Milvia Boselli, Consigliera Comunale con delega alle Pari Opportunità
Mirella Cisotto Nalon, Capo Settore Attività Culturali
Partecipano:
Barbara Codogno, Scrittrice e giornalista – Moderatrice
Chiara Coltro, Presidente Associazione Artemisia
Claudia Casali, Direttrice del MIC di Faenza
Mara Ruzza, Artista, curatrice Le arti della ceramica
Maria Teresa Ferrari, Critica d’arte, scrittrice
Jasmine Pignatelli, Artista, giornalista, cofondatrice CIE (movimento di mappatura degli artisti ceramisti italiani)
Silvia Imperiale, Giornalista, direttrice di Ceramica Nuova, cofondatrice CIE
Virginia Baradel, Storica dell’arte e curatrice

“In questa edizione, afferma Andrea Colasio – Assessore alla Cultura del Comune di Padova, la scelta curatoriale ha privilegiato l’universo creativo femminile e ha allargato la provenienza geografica degli artisti espositori, accolti anche stavolta nell’ariosa cornice dell’ex Macello. Un luogo che per l’occasione si trasforma in una vera e propria “officina creativa”, uno spazio attivo per laboratori, conferenze, performance, che articolano un’interessante proposta culturale, capace di unire idee e manualità, rimandi simbolici e ricchezza delle forme”.

Video dell’esposizione in condivisione con il canale di Mara Ruzza

Info
Ingresso con tessera RAM
Orario
da mercoledì a domenica ore 16 – 20, sabato e domenica anche al mattino 10 – 13 
Apertura la mattina per scuole o gruppi (min. 10 – max 30) previa prenotazione almeno 5 giorni prima al n. tel 049 8075426 o con e-mail: info@articeramicapadova.it e artemisiassociazione@gmail.com

Sono possibili visite guidate e laboratori tel 049 8075426 Servizio Mostre – Settore Attività Culturali tel. 049 8204529
donolatol@comune.padova.it

Il programma potrà subire delle variazioni che saranno comunicate nei siti: www.articeramicapadova.it e http://padovacultura.padovanet.it; www.rampadova.it; http://padovacultura.padovanet.it

I commenti sono chiusi.