Trans-paesaggi di LUCATO GIAN PAOLO

La realtà tra percezione e provocazioneMostra Gian Paolo Lucato

19 ottobre-10 novembre 2012
Padova, Gall. Sottopasso della Stua, L.go Europa

Inaugurazione: giovedì 18 ottobre 2012, ore 18 (Presentazione di Resy Amaglio)

Si inaugura giovedì 18 ottobre 2012 la mostra di Gian Paolo Lucato Trans-paesaggi. La realtà tra percezione e provocazione.
Lucato fotografa stralci di realtà, paesaggi, monumenti, non per riproporli nell’evidenza dei diversi fattori che compongono l’immagine e ne creano le suggestioni, ma per suggerire l’inapparente celato tra le forme della visione e fatto emergere abilmente per scansioni successive attraverso particolari interventi sulle superfici. Le riflessioni suggerite nelle sue opere sono Lucato-Aretusacomplesse e rimandano ad ambiti come la psicologia, dove si dibattono molte delle problematiche puntualmente riaffioranti nella cultura artistica dei nostri giorni.

La mostra è una raccolta di riproduzioni fotografiche, in formato 60×90, di stralci di parchi o campagne, laghi o marine, qualche villa veneta: siti solitari e suggestivi trasformati radicalmente dall’elaborazione di un gioco di luci e ombre a più strati secondo schemi geometrici. 
La veduta tradizionale ne risulta sconvolta, mentre viene messa in crisi la realtà conosciuta dall’annullamento di ogni prospettiva, sostituita da scansioni spaziali. Lucato-Villa Pisani
La finzione informatica permette a Lucato di insinuarsi nello spazio fissato dall’obbiettivo sovvertendone l’ordine con esiti sorprendenti, sino a permeare d’inquietudine lo stesso concetto di visione, in una sorta di dialogo provocatorio tra lo sguardo dell’artista e il mondo che lo circonda. 
C’è un che di pirandelliano, in questo delicato percorso: sollevando l’epidermide dei suoi fotogrammi per inserirvi risvolti nuovi, falsando i piani o smembrandone le strutture portanti, scoordinando i cromatismi e in numerosi altri modi, Lucato offre non la realtà bensì il suo specchio eventuale, dove dare vita riflessa alla sua, come alla nostra, sensibilità. “Così è,” o sembra essere, tutto ciò che appare, unico e insieme multiplo di se stesso, presente e irraggiungibile. 
Si dipana così un singolare percorso fotografico tra percezione e immaginazione, per un racconto visivo animato anche da connotazioni di natura pittorica, dove la fotografia si fa luogo d’incontro tra l’invenzione tecnica e un’espressività libera e coinvolgente.

Info
Ingresso con tessera RAM
euro 4: dà diritto all’ingresso alle mostre RAM (al Centro culturale Altinate, Gall. Cavour, Oratorio San Rocco, Sottopasso della Stua, Ex Macello), all’ingresso gratuito alla Fiera di Arte Contemporanea ArtePadova, al ridotto speciale (euro 3) per la mostra “Plessi. Il flusso della Ragione”
euro 2: scolaresche
La tessera viene venduta all’Ex Macello, Centro culturale Altinate, Palazzo della Ragione, Oratorio di San Rocco, Galleria Cavour.

Orari da martedì a sabato ore 15,30 – 18,30
Settore Attività Culturali – Servizio Mostre
tel. 049 8204547
infocultura@comune.padova.it

I commenti sono chiusi.