Siderea Crimina

di Roberto Zucchi (editoriale Programma)

13 ottobre ore 17.30
Galleria Cavour – piazza CavourSiderea Crimina-Zucchi

Padova, inizi del 1610.
Grazie al suo cannocchiale, Galileo Galilei è il primo uomo al mondo ad aver visto com’è fatta davvero la Luna, la Via Lattea e che attorno a Giove orbitano dei satelliti. Pubblica le sue scoperte nel “Sidereus Nuncius”, libro col quale la Scienza moderna entra ufficialmente nella Storia rivoluzionando l’universo geocentrico di Aristotele e Tolomeo, l’unico accettato dalla Chiesa. In quei giorni Galileo è il professore più famoso e ricco dell’Università, Venezia gli ha garantito un vitalizio senza precedenti, conduce una florida impresa familiare e ha molti amici importanti. “I diciotto anni migliori della mia vita”, definisce il periodo padovano. Eppure, abbandona per sempre città, ateneo, la madre dei suoi figli, conoscenti e Serenissima Repubblica senza un saluto né una lettera di dimissioni. Una “fuga” rimasta un enigma. Finora.

“Siderea Crimina” è il primo romanzo di Roberto Zucchi, giornalista appassionato di Storia“ possibile”, quella cioè che, rispettando veridicità di personaggi e luoghi, può nascondersi nelle pieghe della Storia ufficiale.

Il libro sarà presentato dall’editorialista e saggista Francesco Jori, dal prof. Giulio Peruzzi, fisico e storico della Fisica e dal vicesindaco di Padova Ivo Rossi.

Info
Ingresso libero
Servizio Mostre – Settore Attività Culturali tel. 049 8204529
infocultura@comune.padova.it; http://padovacultura.padovanet.it

I commenti sono chiusi.