Essenzialmente la mano nella scultura moderna e contemporanea

22 settembre – 14 ottobre
Piano Nobile dello Stabilimento Pedrocchi – piazzetta Pedrocchi

Il Piano Nobile del Caffè Pedrocchi ospita una mostra di sculture di artisti internazionali che nel corso del Novecento hanno avuto come tema ispiratore la mano nelle sue varie
declinazioni espressive e simboliche. Nell’arte classica e moderna la rappresentazione delle mani e dei gesti è spesso finalizzata ad esprimere la complessità del pensiero e dei sentimenti dell’animo umano che viene tradotta in diversissimi atteggiamenti. Pur essendo l’organo del tatto, la mano, nelle sue molteplici funzioni, può sostituirsi alla parola tanto da dar origine ad un vero e proprio linguaggio attraverso una gestualità ben nota nell’ars oratoria, nell’arte mimica ed è fondamentale nel sistema di segni usato dagli audiolesi. Anche dal punto di vista scientifico la mano ha rappresentato un importante capitolo degli studi di anatomia proprio a Padova per merito di Vesalio e Casseri.
La mostra si prefigge di essere un excursus attraverso gli esempi più significativi dell’interesse che gli artisti hanno dimostrato nei confronti della mano scissa dal corpo, di una parte per il tutto, sono esposte infatti opere fra gli altri di Rodin, Picasso, Mirò, Dalì, Breton, fino ai più recenti César, Finotti, Mitoraj e Paladino.
La mostra è nata dalla collaborazione del Dipartimento di Neuroscienze-Clinica di Chirurgia Plastica e Ricostruttiva e del Dipartimento dei Beni Culturali, Archeologia, Storia dell’Arte, del Cinema e della Musica dell’Università di Padova, come evento collaterale al 50° Congresso Nazionale di Chirurgia della Mano.

Info
orario 9.30-12.30, 15.30-18, lunedì chiuso
biglietti: intero 4 euro, ridotto 2,50 euro
Servizio Mostre – Settore Attività Culturali – http://padovacultura.padovanet.it

I commenti sono chiusi.