CORPO A CORPO: IL CINEMA VERO DI ARTUR ARISTAKISJAN

novembre
Fronte del Porto Filmclub – via S. Maria Assunta 20

Nella sua vita Artur Aristakisjan ha girato solo due film: perché ciascuno di essi è figlio di una gestazione di esperienze apparentemente ai limiti della follia. Quattro anni con gli emarginati e i diseredati della sua città natale, Kishinev, in Moldavia, per realizzare Ladoni, altri cinque, invece nell’Ultimo posto sulla Terra: la casa diroccata di Mosca dove egli stesso ha fondato – per viverci e per girare il proprio film – la comune ‘post-hippy’, popolata da disadattati. Figura impossibile da imbrigliare in generi o categorie, Aristakisjan è un regista da scoprire. I suoi film non sono né documentario né testimonianza, né sfoggio surrealista d’immaginazione, ma soltanto film “raccapriccianti” nella loro capacità di distillarci direttamente dentro l’amore e il dolore di cui siamo capaci, costringendoci a fare un salto kamikaze oltre il modello del film, delle citazioni letterarie, dei riferimenti filmici colti e incolti, oltre i modelli filosofici, le dottrine, gli insegnamenti, i moniti, le denunce, al di là e meglio di qualunque intento politico. Oltre tutto questo, due film così limpidi e mostruosi, paradossalmente tanto sublimi e tanto poco esigenti, perché non chiedono che di essere vissuti corpo a corpo. Film che svelano alla cultura contemporanea la sua natura, come lucidamente sostiene il regista: nient’altro che una sorta di preservativo; che l’anima è la carne.
A cura di Veneto Padova Spettacoli, in collaborazione con Promovies

I film:
LADONI – LA PALMA DELLA MANO (1993) – inedito in Italia
L’ULTIMO POSTO SULLA TERRA (2001) – inedito in Italia

Info
www.frontedelportofilmclub.sitiwebs.comwww.promovies.it

I commenti sono chiusi.