CAPODANNO A TEATRO 2012 – 2013

Teatro Verdi
ROYAL MONGOLIAN BALLET
“Il vento dell’Oriente”. Fascino e magia dell‘Oriente
31 dicembre 2012, ore 21.45

BALLETTO STATALE RUSSO
I Cosacchi del Don
Martedì 1 gennaio 2013, ore 17.00

Capodanno a Teatro 2012-2013.JPG I suoni dei tamburi giapponesi, i ventagli e i pugnali della danza coreana, la danza del Bodhisattva dalle mille mani, ipnotica e suadente, trasporteranno il pubblico in un viaggio affascinante nella storia millenaria dei popoli dell’Asia Orientale e del Sud Est Asiatico. CAPODANNO A TEATRO, il 31 dicembre, proporrà infatti l’affascinante spettacolo intitolato “Venti d’Oriente” nello sfarzoso allestimento del Royal Mongolian Ballet.
I Cosacchi del Don.jpg Il nuovo anno, l’1 gennaio 2013, si aprirà con il travolgente spettacolo dei Cosacchi del Don, uno show di danze acrobatiche e folcloristiche della tradizione cosacca, con musiche dal vivo eseguite dall’Orchestra dell’Ensemble del Balletto “I Cosacchi del Don”. Lo spettacolo ripercorrerà la millenaria storia e cultura del popolo cosacco attraverso un coinvolgente susseguirsi di danze e musica in cui verrà esaltato tutto il carattere guerriero di questo popolo e delle loro tradizioni all’epoca degli zar.

il-vento-d-oriente-02.jpg ROYAL MONGOLIAN BALLET
“Il vento dell’Oriente”. Fascino e magia dell‘Oriente
31 dicembre 2012, ore 21.45

ll Royal Mongolian Ballet presenta uno show spettacolare che attraversa Mongolia, Cina, Corea, Thailandia, Giappone e Indonesia, facendo rivivere sul palcoscenico immagini e tradizioni antiche e ricreando atmosfere e spiritualità delle cerimonie buddiste e induiste.
Particolarmente spettacolari sono le danze “Respiro del Lago”, “La Perla nera del Dragone d’oro”, “Le Dee del Dunkhuan”. Ogni danza è un spettacolo dentro lo spettacolo che raccontano leggende e miti antichi.
il-vento-d-oriente-05.jpg Protagoniste delle coreografie sono il Dragone d’Oro, Il Pavone Sacro, le ninfe divine.
Il Dragone è un simbolo della Forza del Grande Cielo, un simbolo di saggezza.
La leggenda narra che l’uomo più fortunato è colui chi conquista la Perla Nera del Dragone: davanti a lui si apriranno tutte le porte e si esaudiscono tutti i suoi desideri. In questo modo potrà raggiungere la perfezione.
Il “Legong”, danza celeste delle ninfe divine, rappresenta la quintessenza della femminilità e della grazia. Solo alla corte dell’Imperatore veniva interpretata questa danza per allontanare i spiriti maligni e le fate cattive.
Secondo un’altra leggenda antica il Grande Antenato ha punito il sacro Pavone per il suo amore alla propria bellezza e lo ha costretto a creare il bene in questo mondo. E adesso sul Pavone troneggia la Divinità di compassione Guan-In.
royalmongolianballet.jpg Nello spettacolo accanto ai temi dei miti e delle ritualità antiche , le coreografie tradizionali si alternano con coreografie moderne che simboleggiano la grazia e la bellezza delle donne, storie d’amore e il corteggiamento, forza e coraggio degli uomini.
Lo spettacolo del Royal Mongolian Ballet, emozionante e unico, farà rivivere sul palco le tradizioni, i costumi e la storia di una terra esotica e affascinante trasmettendo al pubblico tutto il fascino e la magia dell’Oriente

Dopo lo spettacolo del 31 dicembre delle ore 21, brindisi di mezzanotte con panettoni e spumante

Cosacchi-del-Don-1.jpg I COSACCHI DEL DON
Balletto Statale Russo
Martedì 1 gennaio 2013, ore 17.00

Un appuntamento con la danza tradizionale dei Cosacchi: un popolo lontano, affascinante e ricco di memorie che fanno riferimento alle antiche origini nomadi.
Uno spettacolo che incanta il pubblico di tutto il mondo per la ricchezza dei costumi e che stupisce bambini e adulti per le originali acrobazie, con le quali i danzatori raccontano alcuni dei tratti più significativi della loro tradizione. In scena uomini armati di sciabole e pugnali che si muovono con incredibile destrezza, costumi ricchi di dettagli, tipici delle divise dei guerrieri, con casacche, alte cinture, mantelle di velluto con preziosi decori; donne avvolte in vesti ricamate a mano con pregiati filati, foulard sgargianti, fantasiosi copricapi impreziositi da nappe di seta o tintinnanti di monetine.
Cosacchi-del-Don-gruppo.jpg Sempre alla ricerca della perfezione tecnica nell’esecuzione, la coreografa Nonna Gepfner lavora intensamente con i giovani ballerini cercando non soltanto di insegnare i segreti della danza, ma di trasmettere l’amore per la cultura cosacca. Il repertorio, eseguito con musica dal vivo dall’ensemble musicale del gruppo, si compone di un grande numero di danze e musiche popolari che vanno da spiritose quadriglie a miniature danzanti.
L’ensemble dei Cosacchi del Don è il principale corpo di ballo di Cosacchi in Russia, riconosciuto con la designazione Statale nel 2000 per il contributo significativo alla diffusione della cultura cosacca nel mondo ed è reduce da tournée di grande successo in Giappone, Francia, Italia, Austria, Germania e Repubblica Ceca.
I Cosacchi del Don2.jpg

Programma
Primo Tempo
KHOPERTSY – Danza di guerra dei Cosacchi della regione di Khoper.
KUMOVYA (COMPARI) – Miniatura scherzosa.
QUADRIGLIA DEL DON – Danza tipica dei Cosacchi del Don.
INTERMEZZO MUSICALE
ZIMUSKA – Divertente danza d’insieme.
INTERMEZZO MUSICALE
COSACCO DEL DON – Miniatura scherzosa
STUPA – Miniatura scherzosa dei Cosacchi di Zaporozhye.
DANZA DEL DON – Danza tipica dei Cosacchi.

Secondo Tempo
MAZURKA DELL’ATAMAN – Danza in onore dell’Ataman, il capo dei Cosacchi.
VESENNIJ KAZACIOK – Danza ucraina
ÎPRYSHKI – Danza maschile
intermezzo musicale
CON LE ALI – Danza bellicosa dei Cosacchi della regione di Nekrasov.
CERKESSKA – Danza tipica dei Cosacchi di Jaizk.
KALINKA – Danza della zona centrale della Russia sul Mar Nero.
DANZA DI TERSA Danza dei Cosacchi di Tersa.

Dopo lo spettacolo dell’1 gennaio brindisi di Capodanno

Informazioni e biglietti
BIGLIETTI
Spettacolo del 31 dicembre 2012

Platea, Palco Pepiano e centrali I e II ordine: intero € 70
Palco I e II ordine laterali: intero € 60
Galleria: intero € 50

Spettacolo dell’1 gennaio 2013
Platea, Palco Pepiano e centrali I e II ordine: intero € 40; ridotto: *€ 35
Palco I e II ordine laterali: intero € 33; ridotto: *€ 28
Galleria: intero € 26; ridotto: *€ 21
* over 60, abbonati stagione Teatro Stabile del Veneto, diversamente abili, scuole di danza, gruppi organizzati
di almeno 10 persone, ragazzi fino ai 17 anni.

PREVENDITA BIGLIETTI presso la biglietteria del Teatro Verdi da martedì 18 dicembre
Orari: lunedì 15-18.30; da martedì a venerdì 10-13 / 15-18.30; sabato: 10-13. Info: 049 87770213 – 8777011
Dalle ore 8,15 del primo giorno di prevendita verranno messi in distribuzione dei biglietti numerati di priorità di accesso alla biglietteria che avranno valore solo fino alle ore 13.00 del giorno stesso.

Comune di Padova
Settore Attività Culturali
tel 049 8205611-5623
infocultura@comune.padova.it
http://padovacultura.padovanet.it

Associazione Musicale AGIMUS di Padova
cell. 340 4254870
agimuspadova@libero.it
www.agimuspadova.com

I commenti sono chiusi.