ACQUARELLISTI NOI

Acqua e colore

2-8 dicembre 2011
Galleria Cavour, p.zza Cavour

Inaugurazione mostra: giovedì 1 dicembre 2011, ore 18.00

Mostra Acquerellisti noi-Immagine.JPG Un caleidoscopio di colori, di atmosfere che si propongono di avvincere ed emozionare. Sfumature della luce e bellezza della natura e poi c’è l’acqua, che accarezza la carta e c’è il colore che fissa la figura. Sono immagini che hanno la freschezza della spontaneità ma, al tempo, nulla hanno di casuale, essendo frutto di un sapiente controllo, di un disciplinato esercizio. Ecco dunque l’acquerello, tecnica lieve, in cui, accarezzando idealmente la superficie, l’acqua ed il colore danno vita ad immagini palpitanti, sospese tra figurazione ed evanescenza.
Mostra a cura dell’Accademia dell’Acquerello, sezione dell’Associazione Culturale Promo Ars Giotto.

Mostra Acquarellisti noi 2011-1.JPG In esposizione le opere di 33 autori, divisi tra maestri ed allievi, e per generazioni ed esperienze. Una visione d’insieme dei lavori esposti comunica la sensazione di una grande libertà visiva, declinata di volta in volta in termini congeniali alla sensibilità del singolo artefice.
Ideata e pensata insieme al “poeta” dell’acquerello Ennio Toniato, l’Accademia ha visto in seguito l’ingresso nel corpo proprio docente di altri autori di fama internazionale quali Sergio Bigolin, Ampelio Chinello, Alfreda Pege, Laura Sarra, Toni Vedù, Mario Zoppelletto. La ricchezza e la qualità del loro insegnamento hanno contribuito al costante progresso, tecnico ed espressivo, dell’operare degli allievi. I migliori esiti cui si è insieme pervenuti durante l’anno accademico 2010/2011 sono esposti in questa mostra.
L’acquerello è, per noi tutti, una perfetta simbiosi di mano, mente, cuore (Giovanna Paganin, Accademia dell’Acquerello).

Mostra Acquarellisti noi 2011-2.JPG Due sono le sezioni del percorso espositivo, diviso tra i lavori dei maestri e quelli dei loro allievi.

I MAESTRI
Sergio Bigolin – Ampelio Chinello – Alfreda Pege – Laura Sarra – Ennio Toniato – Toni Vedù – Toni Walder – Mario Zoppelletto

GLI ALLIEVI
Cristiano Bertoncello – Vincenzo Biasiolo – Fabio Bragato – Maria Angela Bulgarelli – Francesca Camporese – Teresa Cannova – Paolo Carpin – Sandra Cipolletti – Emanuela Colbertaldo – Norma Contin – Marta Elementi – Maria Luisa Graziati – Marinella Lombini – Ombretta Lorenzato -Emilio Francesco Marcato – Giovanna Paganin – Maria Carla Passadore – Gianna Pinato – Laura Ravalico – Giovanna Santi – Rosalba Suriano – Anna Toniolo – Marisa Vendramin – Laura Vestali – Lucia Zanarella – Caterina Zanchin – Roberta Zorzato

Acquerellisti noi-Immagine1.JPG Nell’ospitare l’esposizione Acquarellisti noi. Acqua e colore negli spazi prestigiosi della Galleria Cavour, l’Amministrazione Comunale desidera valorizzare in modo incisivo il lavoro dell’Associazione Promo Ars Giotto che, fondando l’Accademia dell’Acquerello, ha inteso creare un centro di formazione continua sull’antica tecnica della pittura ad acqua. Questa realtà culturale, attraverso la competenza dei suoi insegnanti, e l’intensa partecipazione dei numerosi allievi, si propone di comunicare al pubblico le emozioni ed il piacere visivo peculiari di una pratica artistica così affascinante. Vedendo colmata una lacuna da molti avvertita, gli acquerellisti del territorio padovano hanno trovato nell’attività dell’Accademia un importante punto di riferimento per il proprio arricchimento tecnico ed espressivo. (Andrea Colasio, Assessore alla Cultura)

La luminosità soffusa, l’impressione di immediatezza, peculiari di questa dimensione espressiva, sono in realtà affidate ad una padronanza del metodo, ad una sicurezza nell’esecuzione che non possono essere improvvisate, ma raggiunte nel tempo, dietro il consiglio di una “guida” esperta; a differenza di altre tecniche pittoriche, l’acquerello consente di dissimulare solo in minima parte eventuali errori o correzioni dell’artista.
Queste considerazioni ispirano l’attività dell’Accademia dell’Acquerello, riassunta in questa mostra dall’opera di 33 autori, divisi tra maestri ed allievi, diversi per generazioni ed esperienze. Una visione d’assieme dei lavori esposti comunica la sensazione di una grande libertà visiva, declinata di volta in volta in termini congeniali alla sensibilità del singolo artefice.
(Mirella Cisotto Nalon, Capo Settore Attività Culturali)

Pieghevole invito

Informazioni e biglietti
Ingresso libero
orario 10-13/15.30-18.30, lunedì chiuso

Settore Attività Culturali Servizio Mostre tel.0498204538-4523
infocultura@comune.padova.it – spaziomostre2@comune.padova.it
http://padovacultura.padovanet.it

I commenti sono chiusi.